Archivio mensile:Luglio 2014

Copertina del volume

Biografia: The Man Who Learned Better

Copertina del volume della biografiaHo appena finito di leggere il secondo (e ultimo) volume della biografia ufficiale di RAH: Robert A. Heinlein in Dialogue with His Century – Volume 2: The Man Who Learned Better | 1948 – 1988″ del compianto Bill Patterson e ovviamente è difficile trattenere le lacrime.

Il primo volume era molto bello, era incentrato sull’infanzia e sull’adolescenza di Heinlein, sul suo servizio militare, sulle sue due prime mogli, sulla fine del suo secondo travagliato matrimonio e ovviamente sul suo debutto come scrittore sulle pagine di Astounding e sui primi anni della sua carriera, prima e subito dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Ma se il primo volume era molto bello, questo è mille volte superiore, questo è l’Heinlein più vicino a noi ed è raccontato molto più in dettaglio, sicuramente grazie al fatto che nella vita di RAH è arrivata Virginia Heinlein che con Bill Patterson ha potuto parlare in prima persona per diversi anni, durante le prime fasi della stesura della biografia. E le cose si fanno più reali, gli avvenimenti più emozionanti, i dettagli più vividi. Le opere di cui si segue la realizzazione non sono più solo i brevi racconti iniziali, ma i lunghi capolavori della maturità. E purtroppo si seguono anche tutte le malattie e i ricoveri di cui sappiamo da sempre, ma che per la prima volta viviamo con lui e Ginny in prima persona tra cadute e recuperi, dal 1970 fino alla fine nel 1988.

La lettura scorre molto veloce e piacevole, senza nessuna pesantezza; anzi, fosse stato anche più lungo e dettagliato sarebbe stato persino meglio (ma sappiamo che esiste una versione molto più lunga e che questa è stata tagliata per raggiungere una dimensione “pubblicabile”, per cui, chissà…). E si parla di un volume di 670 pagine (486 se non consideriamo le note)!

Sono tantissimi i dettagli che restano nella mente a lettura finita… le litigate con Forrest J. Ackerman, i brevi incontri con Osamu Tezuka, i campi di nudisti, lo scetticismo su Dianetics, la lunghissima gestazione di Straniero, la prima versione del Numero della bestia, la brutta esperienza con Panshin, i viaggi intorno al mondo, il rapporto con Hollywood, le minacce di morte da parte del’idraulico, lo sbarco sulla Luna, le case a Colorado Springs e Santa Cruz, le lettere dei fan dopo Expanded Universe, l’Hugo vinto senza che nessuno gli avesse detto nulla, le foto in cosplay (nel 1961!)… e soprattutto, semper toujours, Ginny, la vera coprotagonista di questo libro e senza dubbio la persona più importante nella vita di Heinlein. Il libro è anche una bellissima storia d’amore tra loro due e possiamo considerarci fortunati che si siano incontrati perché molto di lei è finito nelle opere del marito nel corso degli anni.

Fatevi un favore e compratelo, non ve ne pentirete.

Citizen of the Galaxy

Il fumetto di Citizen of the Galaxy

Citizen of the GalaxyQualche tempo fa avevamo parlato della campagna su Kickstarter per realizzare un fumetto basato su Citizen of the Galaxy, uno dei juvenile più amati di Heinlein. Il progetto alla fine è andato in porto raccogliendo 31.919 dollari (sui 26.400 richiesti) e il fumetto è stato realizzato. I finanziatori su Kickstarter hanno già ricevuto la loro copia digitale del fumetto (81 pagine) e le copie cartacee sono state stampate e partiranno presto.

Chiunque può acquistarne una copia direttamente sul sito della Virginia Edition (tasto centrale in basso, pagamento con Paypal).

Il volume è dedicato alla memoria di Bill Patterson e include in appendice l’introduzione di Patterson e Robert James al romanzo da cui è tratto il fumetto presa direttamente dalla Virginia Edition.

Approfittiamo infine della data per fare gli auguri a RAH, che oggi avrebbe compiuto 107 anni!