Archivio mensile:Luglio 2011

Citazione di Heinlein in “Torchwood: Web of Lies”

Guardando il trailer della web series animata intitolata Web of Lies che andrà ad affiancarsi alla nuova stagione del telefilm Torchwood in onda da domani in USA, si può facilmente notare (nel senso che bisognerebbe essere ciechi per non farlo) un’esplicita citazione di Heinlein. Su di un muro si può infatti leggere chiaramente:

Secrecy is the beginning of tyranny.

R. Heinlein

Naturalmente si tratta di uno degli aforismi di Lazarus Long (La segretezza è il principio della tirannia), da Lazarus Long l’immortale. Bello vedere Heinlein ancora così vivo nell’immaginario collettivo.

La web series è scritta da Jane Espenson e da Ryan Secret, per saperne di più vi rimando a Doctor Who.it.

PS: Oggi RAH avrebbe compiuto 104 anni!

La tuta spaziale e George R. R. Martin

George R. R. Martin consiglia Heinlein

La tuta spaziale e George R. R. MartinGeorge R. R. Martin al momento ha quattro libri nella lista dei dieci volumi tascabili più venduti del New York Times. È l’autore delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, saga fantasy iniziata nel 1996 (e ancora lontana dalla fine, il prossimo volume A Dance of Dragons uscirà tra pochi giorni) portata negli ultimi mesi a nuova gloria grazie alla serie televisiva Game of Thrones, basata sul primo di questi libri.

Il sito Barnes & Nobles ha chiesto a Martin di scegliere tre libri di fantascienza. E uno di questi è La tuta spaziale (Have Space Suit—Will Travel), di Heinlein.

Persino oggi, vent’anni dopo la sua morte, Heinlein rimane il più importante e influente scrittore di fantascienza fin dai tempi di H. G. Wells. La tuta spaziale non è stato solo il mio primo Heinlein, ma il mio primo romanzo di fantascienza in assoluto e ha avuto un effetto profondo sulla mia vita e sulla mia carriera. A partire da allora, per molti anni Heinlein è rimasto il mio scrittore preferito e La tuta spaziale il mio libro preferito. Penso ancora che sia il migliore della serie di romanzi per ragazzi che Heinlein scrisse per Scribner e potrebbe anche essere il suo romanzo migliore in assoluto… nei giorni pari, almeno (nei giorni dispari do il podio a Il terrore dalla sesta luna). Kip, Peewee, Mamma Cosa, il Mostro, una tuta spaziale caratterizzata così bene da essere quasi un personaggio… morire cercando di fare qualcosa è la cosa umana di cui andare più fieri… un viaggio che ci porta dal negozio di frullati fino alla Nebulosa Magellanica Minore… un libro fantastico a ogni livello.

Gli altri due volumi scelti da Martin sono Destinazione stelle di Alfred Bester e Il signore della luce di Roger Zelazny.

Screenshot del sito.

Restyling del sito

Screenshot del sito.Dopo tanti anni era finalmente ora di buttare l’antichissimo layout del sito, ormai più vecchio di qualsiasi web standard e che faceva venire i brividi solo a guardarlo… e di convertirsi a un sistema un poco più avanzato. Siamo quindi passati a WordPress, sperando che la facilità di inserimento notizie porti anche ad averne molto più spesso di prima!

Intanto alcune sezioni sono state trasportate nel nuovo sistema con la “forza bruta” e quindi hanno ancora bisogno di qualche aggiustamento… non stupitevi se trovate qualche errore o qualche cosa che non ha l’aspetto che dovrebbe. Nei prossimi giorni tutto dovrebbe essere sistemato.